Sony A1: 7300 euro di camera

Tech
January 28, 2021

Sony cala l’asso e stabilisce il nuovo punto di riferimento del mercato mirrorless con il suo ultimo gioiellino, la Sony A1, una macchina che uscirà a marzo alla modica cifra di 7300 euro.

Il prezzo per un corpo macchina di quel tipo, anche per fotografi e videomaker professionisti, può sembrare veramente eccessivo soprattutto se ci si ferma all’estetica infatti è molto simile a tutte le sue sorelle minori della serie A, ma dietro, o meglio “dentro” c’è molto di più.

La nuova full frame nasce per accontentare tutti i mercati, sia quello video che quello foto, con il suo sensore da 50 megapixel e la possibilità di far riprese addirittura in 8k, senza contare l’autofocus che arriva ad una sensibilità talmente elevata da poter mettere a fuoco addirittura gli occhi degli uccelli in movimento grazie al suo auto tracking di ultima generazione.

Tutte queste caratteristiche, inutile negarlo, a noi di Progetto Bridge hanno fatto venire decisamente l’acquolina in bocca, ma veniamo agli aspetti più tecnici:

 

-         la macchina monta il nuovo sensore StackedBSI CMOS Exmor RS da 50 MP capace di spingerla oltre 15 stop di gamma dinamica

 

-         Ha 2 processori Bionz XR capaci di poterle far fare delle raffiche di foto a 30 fps a piena risoluzione che possono catturare 155 Raw compressi o 165 jpg

 

-         Anche se i RAW sono compressi è stata aggiunta la funzione “Loseless Compressed RAW”, grazie alla quale non si avranno perdite di dati

 

-          La macchina registra fino alla risoluzione massima di 8k con 30p, 10 bit 4:2:0, invece a 4k raggiunge i 120p,10 bit 4:2:2

 

-         In campo video gli ISO arrivano fino a 32.000 e nelle foto a 102.400

 

-         L’ autofocus ha la capacità di calcolare l’ esposizione automatica fino a una velocità di 120 volte al secondo

 

-         C’è una nuova modalità, la cosiddetta “0Blackout” grazie alla quale gli scatti saranno privi di interruzione, mentre la macchina colleziona la raffica il soggetto sarà sempre in vista

 

-         Il mirino OLED avrà l’impressionate numero di 9,44 milioni di punti 

 

-         Lo schermo LCD, orientabile solo verticalmente è un 3” e ha 1,44 milioni di punti

 

 -         L’ otturatore è più silenzioso ed è stato dotato di un sistema che limita il Rolling shuttle e la distorsione

 

-         È stato eliminato lo sfarfallio degli scatti con luce artificiale

 

-         È migliorato anche con il “Dual DrivenShutter”: il rapporto tra otturatore meccanico e flash

Condividi l'articolo 👍

Hai in mente un progetto e possiamo esserti di aiuto?

Compila il questionario e conosciamoci, sarà nostra premura soddisfarti.
SENTIAMOCI