Lil Uzi Vert e il diamante da $24MLN in fronte

Music
February 8, 2021

Il rapper Lil Uzi Vert si fa incastonare un diamante da 24 milioni di dollari in fronte

La storia più incredibile dell’ultima settimana arriva dagli Stati Uniti, dove Lil Uzi Vert, uno degli esponenti più alti del rap americano, ha svelato di aver pagato un diamante rosa 24 milioni di dollari dal 2017. La cosa che ha sorpreso di più è il luogo della sua installazione, la fronte dello stesso rapper, una nuova immagine che ha creato polemiche e meme.

Personaggio o Persona?

 

Un diamante rosa da 11 carati al centro della propria fonte, che diventa parte del personaggio stesso: ciò che è successo a Lil Uzi Vert, 26enne rapper americano, è la dimostrazione di un gioco al rialzo in cui il rapgame, soprattutto nella sua edizione statunitense, riesce costantemente a stupire e attrarre visitatori. Perché l'immagine è diventata parte della costruzione dell'artista all'interno della sua bolla mediatica, ed è lo stesso diamante che diventa segno di riconoscimento tra le tante figure virali. Certo, ci sono da considerare i 24 milioni di dollari spesi dal 2017 per potersi permettere questa installazione di un diamante rosa naturale al centro della fronte, e dall'altra il rapper nativo di Philadelfia ha anche mostrato quali sono i pericoli che potrebbe correre quando il diamante deve essere rimosso perla pulizia. Un equilibrio precario che sintetizza però la cultura dei gioielli negli Stati Uniti, non solo imposta da un settore discografico che ostenta la propria ricchezza e che ruota attorno alla cultura del bello perché inaccessibile. L'ostentazione è anche rivalsa, un continuo processo di attestazione del lungo viaggio che si sta percorrendo e di tutte le tappe che si stanno superando.

Vedremo dunque quale sarà il prossimo passo che verrà compiuto nella scena discografica trap per superare anche questa idea.

Condividi l'articolo 👍

Hai in mente un progetto e possiamo esserti di aiuto?

Compila il questionario e conosciamoci, sarà nostra premura soddisfarti.
SENTIAMOCI