I Maneskin vincono l'Eurovision 2021!

L'Italia sul tetto d'Europa con i Maneskin!
Lorenzo Morselli
June 8, 2021
minuti di lettura

I Maneskin vincono l'Eurovision 2021!

I Maneskin hanno vinto l'Eurovision Song Contest 2021, che si è svolto in Olanda a Rotterdam. Con "Zitti e Buoni", canzone che aveva già trionfato al Festival di Sanremo 2021, hanno ottenuto 524 punti superando, grazie al televoto, la Francia seconda con 499 e la Svizzera, terza con 432.

 

La notte più colorata d’Europa è tornata. E canta italiano. Urla, anzi.

I Måneskin hanno vinto l’Eurovision Song Contest. Non succedeva da trent’anni, ma ieri l’Italia ha trionfato nella manifestazione musicale più vista al mondo. «Il rock non muore mai», ha commentato Damiano subito dopo aver ricevuto il premio, stordito come i suoi compagni da una vittoria a cui non osavano proprio credere. È l’ultima tappa del viaggio siderale di questi quattro ragazzi che, come hanno ricordato con una foto condivisa sui social, li ha portati dalle strade di Roma — dove si esibivano solo qualche anno fa, a inizio carriera; il fodero della chitarra usato per raccogliere le monetine — all’imponente palco dell’Eurovision. Stessa energia, altro mondo, sempre loro.

 

maneskin eurovision
I Maneskin durante la premiazione

Tostissimi ma anche teneri, con una marcia diversa da tutti quando suonano eppure quasi increduli a musica finita, di fronte ai loro trionfi. Hanno battuto con 524 voti, di cui 318 ricevuti dal televoto, la Francia di Barbara Pravi, che con «Voilà» ha ottenuto 499 punti e la Svizzera, rappresentata da Gjon’s Tears («Tout l’univers»), arrivato a quota 432. Ma il voto del pubblico ha confermato che «Zitti e buoni», già premiata come miglior testo dell’Eurovision, è la canzone che tutti vogliono sentire (non a caso era già anche la più ascoltata della competizione su Spotify). «Non succede, ma se succede...», avevano detto i Måneskin commentando i pronostici che li davano per favoriti.

 

Le richieste di squalifica

Nelle ore dopo la vittoria dei Måneskin molti avevano parlato di squalifica, certi di avere visto Damiano David chinarsi sul tavolino per sniffare cocaina. Il cantante ha subito negato e ha ripetuto più volte di non usare droghe, arrivando a proporre di sottoporsi a un test anti-droga per fugare ogni dubbio. L’idea del test si è fatta strada tanto che ieri persino il ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, ha detto «Se c’è bisogno di un test, faranno i test», in un’inusuale intervento del capo della diplomazia di Parigi nelle vicende di un concorso canoro. Oggi il clima sembra diverso. «L’Eurovision è una competizione sana, senza colpi bassi, con molto fair-play e amicizia tra le squadre, e bisogna conservare questo spirito», ha detto ancora Delphone Ernotte di France Télévisions. «Vogliamo vincere, ma l’anno prossimo andremo con piacere in Italia. E vinceremo con lealtà, senza bisogno di reclami».

maneskin eurovision
Foto di rito post-esibizione

 

Barbara Pravi, la sconfitta: «Han preso la coca? Non mi importa»

Quanto a Barbara Pravi, la francese arrivata seconda che siè trovata coinvolta suo malgrado nella polemica, ha mostrato di non gradire affatto l’ipotesi di diventare prima grazie a una squalifica dei vincitori. Quanto alla storia della presunta cocaina, «Per prima cosa, non mi importa granché. Sono cose che non mi riguardano. Soprattutto, quel che è reale, è che i Måneskin sono arrivati primi grazie al voto della giuria e del pubblico. Dopodiché, se si drogano, se si mettono le mutande al contrario o chissà che, non è una questione che mi riguardi», ha detto Pravi in tv. Ancora prima dei risultati del test di Damiano David, il caso sembra rientrato.

 

E ora l’Italia si prepara a ospitare la gara, il prossimo anno. Nel mentre, festeggia un successo che sa anche di rinascita. Dopo 53mila test Covid 19 a cui sono stati sottoposti fan, staff, artisti e — soprattutto —, dopo un anno di attesa, l’Eurovision Song Contest ieri ha riacceso le sue luci. Su Rai1 la serata, affidata all’accompagnamento di Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio, è partita proprio ricordando l’esibizione di Diodato del 2020, quando, in piena pandemia, la manifestazione musicale era stata annullata per lasciare spazio a un evento in cui ogni artista cantava a distanza.

 

maneskin eurovision
La premiazione

Tra i molti personaggi noti che hanno mandato il loro in bocca al lupo ai Måneskin ieri, anche Fedez (con Francesca Michielin era arrivato secondo a Sanremo, dietro di loro), che ha scritto: «Tranki raga, appena finisce di allattare scateno la Chiarona nazionale». E, in effetti, Chiara Ferragni (qui il video dell’appello) ha invitato i suoi 23 milioni di follower a votare per l’Italia. E alla fine, l’Italia ha cantato. Ha gridato, anzi. Il rock di «Zitti e buoni» ha fatto tornare a esultare: per i Maneskin questo è il successo più grande.

Condividi l'articolo per supportarci 👍

Sei pronto a lanciare la tua attività?

Scrivici ed ottieni un preventivo gratuito
SENTIAMOCI